Coaching per il settore retail dell’abbigliamento: la storia di Elena

Elena si occupa di abbigliamento, attività gestita prima con i genitori e ora da sola. Quando è venuta da me, si stava interrogando su come invertire una tendenza che stava affliggendo la sua attività ormai da un po’. Solo che credeva di aver provato già tutto quello che si poteva provare. E in poco tempo ha scoperto quanto invece poteva ancora fare per invertire la marcia e dare una sferzata d’aria nuova alla sua attività. Qui la sua storia.

“L’anno scorso la mia sensazione “c’è bisogno di un cambiamento in questa attività” è stata confermata da cattivi risultati, difficile realtà economica e voci di corridoio. Di fronte al baratro non potevo più continuare ad essere cieca, sorda e immobile. Mi è venuta voglia di rivoluzionare tutto, ma se poi sbagliavo la rivoluzione? Chi mi avrebbe restituito quel poco che conservavo prima? Ma cosa fare più di quello che avevo già provato? Non c’era altra soluzione, avevo bisogno di aiuto, di un coach!

Per poter lavorare con un coach bisogna saper incassare i colpi. Parola d’ordine: sincerità. Per primo con te stesso. Se menti al tuo coach hai già mentito a te stesso e non vai da nessuna parte; ti schianti. È come stare davanti allo specchio: la tua immagine avrà sicuramente qualche difetto, non sei mai bello quanto ti immagini, ma è una realtà da accettare. Quindi bisogna essere preparati a reggere le critiche e aperti al confronto. Fatto questo, è il momento di accettare anche il rischio. Il cambiamento può far paura, ma la tolleriamo e andiamo avanti. Infine, per lavorare con un coach bisogna investire (non semplicemente spendere) denaro, tempo e fatica.

All’inizio è stata una faticaccia: incertezze, tentativi, paura di esagerare con la sperimentazione. Un po’ alla volta ci si allena: più apertura mentale, più coraggio nel provare novità, maggiore stimolo a ritentare dopo un piccolo fallimento. Mi sono tornati la voglia e il piacere di studiare. Applico le nuove tecniche immediatamente sul campo di battaglia. Mi hanno portato ottimi risultati di visibilità. Mi sento più forte di prima e so che posso migliorare ancora.

Mi è piaciuto lavorare con Eva perché è spietatamente sincera ma con enorme cortesia.
Di fronte alle difficoltà ti apre gli occhi e contemporaneamente ti dà il supporto necessario per trovare le soluzioni con le tue forze. Non ha formule miracolose e non si sostituisce a te: cerca la tua chiave di volta con te e ti dà gli strumenti per cavartela da solo. Anche se ha ottime referenze aziendali non parla “aziendalese”. Massima semplicità e chiarezza nei colloqui. E’ una fucina di novità, aggiornamenti e corsi: sempre in prima fila per dare alle persone il massimo delle possibilità… e le piace offrire il caffè ;-)”

By |2018-06-11T15:09:40+00:00Marzo 2nd, 2018|storie|0 Comments

About the Author: